top of page

Nutraceutica

La nutraceutica è una disciplina che si basa sui componenti e sui principi attivi di alcuni alimenti che aiutano a prevenire e trattare alcune malattie, grazie alle loro proprietà e benefici per la salute. Si basa quindi sulla relazione tra cibo e salute e abbraccia la nutrizione, la biologia e la medicina.

Il significato di nutraceutica si trova nella fusione delle parole “nutrizione” e “farmaceutica” e questo termine fu coniato nel 1989 da Stephen DeFelice, fondatore della Foundation for Innovation in Medicine.

Gli alimenti naturali che maggiormente apportano benefici per la salute sono detti nutraceutici e vengono scelti in base alle loro caratteristiche e agli effetti positivi che possono produrre sull’organismo, nell’ottica di sfruttare le loro proprietà come medicina naturale.

Scopriamo più nel dettaglio a cosa serve la nutraceutica e quali sono gli alimenti da essa tenuti in considerazione.

A cosa serve la nutraceutica?

È ormai chiaro a tutti che la nostra salute è legata a doppio nodo a ciò che mangiamo, così la nutraceutica risponde proprio a questa domanda: “come può l’alimentazione influire e migliorare il nostro benessere?

Domanda che trova risposta nell’azione dei nutraceutici, alimenti contenenti particolari principi attivi in determinate quantità, che hanno effetti benefici per la salute e in alcuni casi possono prevenire e trattare alcune malattie.

La filosofia alla base della nutraceutica è quella di concentrarsi sulla prevenzione, secondo il detto del medico greco Ippocrate: “lascia che il cibo sia la tua medicina".

Nel dettaglio, la nutraceutica serve per regolarizzare le funzioni gastrointestinali, rafforzare il sistema immunitario e minimizzare l’eventualità di malattie cardiovascolari o degenerative. Come? Attraverso i nutraceutici: integratori alimentari, prodotti erboristici, pasti sostitutivi, diete e prodotti fitochimici.

Cosa sono i nutraceutici e dove si trovano?

Il ruolo dell'alimentazione per il benessere dell’uomo è una delle aree di indagine più importanti, con implicazioni di vasta portata per gli operatori sanitari, le autorità di regolamentazione, i produttori di alimenti e i consumatori.

Indagando questa relazione si è scoperta l’importanza dei prodotti nutraceutici che oggi sono considerati delle terapie biologiche in grado di promuovere il benessere generale, controllando i sintomi e prevenendo alcune malattie.

Quindi i nutraceutici non sono altro che prodotti derivati da fonti alimentari primarie che forniscono benefici nutrizionali e medicinali, tra i quali sono compresi anche alimenti di uso quotidiano come probiotici, cereali, alimenti trasformati e bevande.

La definizione esatta di nutraceutico, però, varia da Paese a Paese a seconda di come viene classificato e regolamentato, pertanto al momento non esiste una chiara definizione accettata a livello internazionale.

Quali sono gli alimenti nutraceutici?

Tra gli alimenti amici della nutraceutica troviamo:

  • i pomodori che contengono il licopene, un eccezionale antiossidante che aiuta a contrastare l’invecchiamento cellulare;

  • la buccia dell’uva e il vino rosso, ricchi di resveratrolo utile nel combattere le malattie cardiovascolari;

  • il peperoncino, che agisce sulla microcircolazione e svolge un'azione antinfiammatoria, grazie alla capsaicina;

  • pesce e frutta secca che, grazie all’elevata presenza di omega 3, sono degli alleati per tenere sotto controllo i livelli di trigliceridi e colesterolo nel sangue.

È chiaro che assumere questi cibi non può in alcun modo garantire di guarire da alcune malattie, ma il loro regolare consumo può aiutare a fortificare l’organismo nell’ottica della prevenzione, soprattutto se associati a un’alimentazione sana e uno stile di vita equilibrato.

I benefici della nutraceutica

Negli ultimi anni, il significato di nutraceutica ha suscitato un notevole interesse per gli effetti nutrizionali e terapeutici dei nutraceutici, dal momento che questi ultimi hanno assunto un ruolo rilevante per la prevenzione di malattie potenzialmente letali come il diabete, i disturbi renali e gastrointestinali e diverse infezioni.

L’azione esercitata da questi alimenti può coadiuvare il corretto funzionamento di numerosi processi biologici, così la nutraceutica viene spesso utilizzata come trattamento integrativo ai prodotti farmaceutici, grazie ai suoi benefici. Ad esempio:

  • Migliorare la salute degli occhi I pazienti con disturbi oculari e condizioni degenerative legate all'età, possono trarre beneficio da alcuni nutraceutici, come la luteina, la zeaxantina, la vitamina C e la vitamina E che riducono il rischio di cataratta e gli omega-3 che sono importanti per lo sviluppo visivo e la funzione retinica.


  • Aiutare il sistema immunitario La nutraceutica si basa sulle funzioni di tè verde, mirtilli, aminoacidi e vitamina D, per migliorare e rafforzare la salute del sistema immunitario, contribuendo così a prevenire le malattie. Inoltre alcune erbe ed estratti vegetali come l'echinacea e l'astragalo contribuiscono allo sviluppo e alla rigenerazione delle cellule staminali, mentre gli effetti antinfiammatori dell'aglio possono migliorare il funzionamento del sistema immunitario.

  • Migliorare la salute dell'intestino Molti nutraceutici come i prebiotici, i probiotici (yogurt e Kefir ne contengono in abbondanza), i flavonoidi (contenuti in molti frutti e verdure), l'aloe vera, il resveratrolo e gli acidi omega-3 e omega-6 possono ripristinare e stimolare la crescita dei batteri buoni e ridurre l'effetto dei batteri nocivi nell'intestino.

  • Sostenere la salute dell'apparato riproduttivo La nutraceutica svolge un ruolo importante anche nella salute riproduttiva maschile e femminile per migliorare la fertilità, il preconcepimento e per fornire supporto durante il ciclo mestruale.

  • Migliorare le performance nello sport Anche chi pratica sport può trovare nella nutraceutica un alleato, perché aiuta a migliorare le prestazioni e a ridurre lo stress ossidativo e la disfunzione mitocondriale, che si verifica a causa dell'esercizio fisico intenso. In particolare, i nutraceutici mirati ai mitocondri (MTN), come il resveratrolo e la quercetina (che si trova nei capperi, nei broccoli, negli asparagi e nelle verdure a foglia verde) hanno dimostrato di avere effetti antiossidanti a livello molecolare, portando a migliori prestazioni e recupero durante l'esercizio.

  • Migliorare la salute mentale Alcuni composti nutraceutici, tra cui omega-3, vitamine B e D, magnesio, ferro, zinco, curcumina (il principio attivo della curcuma) e licopene, mostrano risultati promettenti nel migliorare l'umore, lo stress, l'ansia e il funzionamento cognitivo. Inoltre, i nutraceutici con proprietà antiossidanti aiutano a prevenire le malattie neurodegenerative, tra cui il Parkinson e l'Alzheimer.


109 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page