Dieta e colesterolo

Il colesterolo è un grasso ( sterolo ) presente nel sangue (valore consigliato fino a 200mg/dl ) fondamentale per alcuni processi biologici e perchè precursore della vitamina D , degli ormoni steroidei e degli acidi biliari. E' prodotto dal nostro organismo e in minor parte assunto con l'alimentazione. E' trasportato nel sangue da lipoproteine : le LDL, note come colesterolo cattivo,( limite ematico consigliato < 129 mg/dl ) lo trasportano dal fegato verso tessuti periferici, tendendo a depositarlo sulle pareti interne delle arterie e formando, con il tempo, placche che rallentano il flusso sanguigno aumentando il rischio di malattie cardiovascolari (infarto ,ictus ,trombosi ,complicazioni renali). Le HDL ( > 40 mg/ml negli uomini e 50 nelle donne in assenza di altre patologie ) trasportano il colesterolo verso il fegato ripulendo le arterie e impedendo la formazione delle placche. Oltre al valore del colesterolo totale è importante il rapporto fra quello buono e cattivo (v.n. ldl/hdl <3.)Per colesterolo alto intendiamo un eccesso di colesterolo totale e/o LDL. I valori di riferimento riportati cambiano in base al rischio cardiovascolare del singolo che a sua volta è funzione dell' età , fumo di sigaretta ,pressione sanguigna ,diabete ,peso . Un aumento del colesterolo può essere favorito da predisposizione genetica, patologie a carico del fegato ,dei reni, ipotiroidismo, menopausa, farmaci (immunosoppressori, steroidi anabolizzanti, cortisonici, contraccettivi ),alcolismo ,diabete. Le armi vincenti per contrastare la ipercolesterolemia sono esercizio fisico regolare e dieta. Saranno da preferire cibi ricchi di acidi grassi essenziali, quali pesce, oli vegetali, semi vegetali, legumi ,frutta e verdura di stagione. Consigliamo di bere molta acqua ,ridurre alcolici e superalcolici, abolire le bevande zuccherate ,i cibi preconfezionati e elaborati, insaccati. Da preferire due uova a settimana ,latte scremato e formaggi freschi. Ancora una volta risulterà utile la dieta mediterranea per l'uso di fibre, proteine vegetali ,,grassi insaturi (olio di oliva, mandorle, avocado ,nocciole, pistacchi, etc) piuttosto che grassi saturi ,zuccheri semplici, proteine animali. Inoltre preferendo questo schema alimentare migliora la composizione del microbiota intestinale , arricchendosi di ceppi batterici con specifici effetti anti -colesterolo .La dieta chetogenica, riducendo i carboidrati, comporta un aumento dei livelli plasmatici del colesterolo buono per l'uso di acidi grassi essenziali. Qualora non dovesse essere sufficiente un miglioramento dello stile di vita si potrebbe intervenire anche con la terapia farmacologica dietro indicazione del medico. Sono noti molti prodotti naturali utili per ridurre il colesterolo :oli ricchi di omega 3,steroli vegetali, riso rosso fermentato, derivati della soia, fibre naturali solubili. I farmaci ipocolesterolemizzanti sono distinti in inibitori dell'assorbimento intestinale del colesterolo(ezetimibe ),inibitori della sintesi endogena (statine ),inibitori della produzione epatica delle lipoproteine plasmatiche, farmaci interferenti con il metabolismo delle stesse ,stimolatori dell'eliminazione del colesterolo (sequestranti gli acidi biliari).