Adolescenza e alimentazione.

Il processo attraverso il quale, fra gli 11 e 18 anni, il corpo di un bambino si trasforma in un adulto richiede una alimentazione adeguata all'aumentato fabbisogno energetico e di alcuni nutrienti. E 'proprio in questa fase i ragazzi vanno aiutati a comprendere quali alimenti preferire e come distribuirli per evitare disturbi alimentari e obesità. I genitori devono essere attenti e pronti all'ascolto perchè i cambiamenti fisiologici e il conseguente nuovo corpo in cui si ritrova spesso trova impreparato il ragazzo che manifesta il disagio attraverso disturbi dell'alimentazione e sensazione si solitudine. In questa fase il richiamo del genitore può essere vissuto male mentre l'esempio permette di ottenere buoni risultati. Lo sport può aiutare a socializzare, trasmette valori importanti ma ,in alcuni momenti, tutto si gioca in famiglia. A tavola andrebbero stabilite regole familiari, una specie di menù settimanale e i ragazzi andrebbero coinvolti nell' acquisto e preparazione dei cibi. Proponiamo sempre cinque pasti al giorno :la colazione deve essere un pasto importante perchè arriva dopo un lungo digiuno quando le energie scarseggiano e perchè deve coprire il 20% dell' intero fabbisogno calorico; scegliete latte, yogurt, cereali ,pane, marmellata, frutta, torte e biscotti fatti in casa. I carboidrati, oltre a rifornire l'organismo dell'energia necessaria ad affrontare gli impegni della giornata ,regalano una piacevole sensazione di benessere e, sollecitando la produzione di serotonina, migliorando l' umore. Saltando la colazione ci si stanca a metà mattina e ,per compensare, si mangia qualunque cosa ;a pranzo non si soddisfano i propri bisogni e così via, innescando un meccanismo di scarso controllo sulla quantità e qualità di cibo assunto. Molto importanti sono anche le merende per le quali consigliamo un frutto o uno yogurt o un pacchetto di crackers, sufficienti perchè sia vigile e attento durante le ore scolastiche e di studio. Il pranzo è il pasto principale della giornata mentre la cena deve essere più leggera perchè prepara il corpo al digiuno notturno. Anche in questo caso la dieta mediterranea è quella da preferire con verdure, cereli integrali, proteine (pesce , uova ,carne bianca e rossa ,legumi). Inoltre, considerata la normale tendenza dei giovani alla trasgressione alimentare, (bibite, snack, patatine, dolciumi...) cerchiamo di non essere troppo generosi con il primo piatto e i condimenti. Il benessere psicofisico degli adolescenti è importante per la crescita fisiologica poichè favorisce lo sviluppo delle abilità motorie e intellettive, rafforza i muscoli e le ossa e aumenta il buon umore. L'adolescenza :la più delicata delle transizioni .( Victor Hugo )


60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti