Terza età : alcuni consigli per una alimentazione corretta

Al progredire dell’età, l’attività fisica diminuisce e quindi diminuisce il  fabbisogno energetico. In più, intorno ai 75 anni, si riduce la massa magra e con essa si riduce anche il metabolismo basale. Di conseguenza, se non si adegua l’apporto calorico alla nuova realtà, si rischia di ingrassare.

A parte che per la quantità di calorie totali, l’alimentazione di una persona anziana non è però diversa da quella di un soggetto più giovane. Le cose cambiano soltanto se si è in presenza di alcune condizioni: come il diabete, una dislipidemia, l'iperuricemia e se si è obesi. Se è presente una di queste condizioni, allora sì: la dieta va opportunamente calibrata. L’unica vera differenza è che nell’età avanzata aumenta un po’ il